Matthew Weiner. Heather, più di tutto

Premessa da chiarire ai potenziali lettori/lettrici di questo libro: Heather, più di tutto di Matthew Weiner non è un romanzo: è una novella, un racconto lungo. L’edizione ebook ha 65 pagine di testo (poi sapete che la pagina ebook contiene in media più battute di quella cartacea). Se pensate di acquistarlo tenetene conto, visto che l’ebook costa 9 […]

Read More Matthew Weiner. Heather, più di tutto

Victor LaValle. La ballata di Black Tom

Novella vincitrice del Shirley Jackson Award 2016, La ballata di Black Tom di Victor LaValle è un ribaltamento del racconto di H.P. Lovecraft Orrore a Red Hook, del 1925, che LaValle cita esplicitamente. Di Lovecraft sono ben noti la xenofobia e il razzismo. Red Hook nasceva dalla sua esperienza a New York, città in cui si era confrontato con il […]

Read More Victor LaValle. La ballata di Black Tom

Ann Patchett. Stupori

Stupori di Ann Patchett è un bel romanzo che racconta la storia di una farmacologa, Marina Singh (americana di origini indiane), che si reca in Amazzonia. Deve rintracciare la dottoressa Swenson, che nella giungla porta avanti una ricerca su un farmaco miracoloso. Una nuova versione di Cuore di tenebra, in cui l’attesa dell’incontro tra la protagonista Marina […]

Read More Ann Patchett. Stupori

Kim Stanley Robinson. Il rosso di Marte

Primo di una trilogia sulla colonizzazione di Marte a opera dei terrestri, Il rosso di Marte di Kim Stanley Robinson si concentra sulla fase iniziale. Da qui il rosso del titolo: Marte è ancora il pianeta che conosciamo, inospitale per la vita, gelido, dall’aria irrespirabile pervasa di un pulviscolo che si può trasformare in tempesta di polvere, […]

Read More Kim Stanley Robinson. Il rosso di Marte

Joanne Harris. Il canto del ribelle

Quel poco che so della mitologia norrena deriva soprattutto dalla reinterpretazione di Neil Gaiman in American Gods, che lessi molti anni fa con entusiasmo. Forse speravo di ritrovare gli stessi Odino e Loki, in Il canto del ribelle di Joanne Harris: personaggi ambigui, dionisiaci, che, anche quando calati in un’ambientazione moderna, mantengono la loro aura […]

Read More Joanne Harris. Il canto del ribelle

Lauren Groff. Fato e furia

Il Guardian parla di Fato e furia di Lauren Groff paragonandolo ai thriller Gone Girl e Girl on the Train. Ci sono vaghe connessioni tra questo romanzo e gli altri due libri: Groff usa i punti di vista di marito e moglie, ben separati tra loro, per raccontare una storia e poi raccontarne una seconda, complementare; come in Gone Girl, uno dei […]

Read More Lauren Groff. Fato e furia

Maja Lunde. La storia delle api

La storia delle api, dell’autrice norvegese Maja Lunde, è un romanzo in cui le voci narranti appartengono a 3 personaggi principali, alternati di capitolo in capitolo. Sono separati tra loro dal tempo e dal luogo in cui esistono: William racconta dall’Inghilterra del 1852, George dagli Stati Uniti del 2007 e Tao dalla campagna cinese del […]

Read More Maja Lunde. La storia delle api

Hanya Yanagihara. Una vita come tante

Per chi ha sperimentato il trauma, non esiste il tempo passato. Rimane tutto eternamente presente. Questo uno dei punti cardine di Una vita come tante di Hanya Yanagihara, un romanzo che racconta una dimensione infernale: quella del dolore che si ripete e si propaga lungo l’intero arco esistenziale del suo (sfortunatissimo) protagonista. È bene averlo […]

Read More Hanya Yanagihara. Una vita come tante

Laird Barron. La cerimonia

La cerimonia di Laird Barron è un romanzo dalle tonalità gotiche e lovecraftiane. Tutte le sue parti puramente horror funzionano. A volte hanno un sapore barocco e kitsch, con tripudio di bambini morti, ossicini, portali sull’oscurità e nani malefici. Bellissimo il primo capitolo: ambientato in un mondo tra il medievale e il fiabesco, ma virato […]

Read More Laird Barron. La cerimonia

Paul Auster. Invisibile

Invisibile di Paul Auster (2009) è un romanzo succinto. Il suo ritmo è dato dal continuo divenire della narrazione, che cambia tempi e persone, sterza bruscamente, fa rivelazioni improbabili, raccontando il 1967 del protagonista Walker e un presente narrativo (2007) relegato al racconto cornice, saltando a piedi pari i 40 anni trascorsi nel mezzo. 1967 è anche […]

Read More Paul Auster. Invisibile

Helen Oyeyemi. Boy Snow Bird

Citando l’autrice stessa* Helen Oyeyemi, il suo romanzo Boy Snow Bird è la storia di una matrigna cattiva, e infatti due terzi del libro sono raccontati dal suo punto di vista. Ma se vi aspettate uno spirito umoristico o la parodia di una fiaba, rimarrete delusi. Anche se pensate che questo sia un adattamento di Biancaneve e […]

Read More Helen Oyeyemi. Boy Snow Bird

Jenny Offill. Le cose che restano

Jenny Offill nel suo romanzo d’esordio Le cose che restano (1999) scrive già benissimo. Nel suo secondo libro Sembrava una felicità (2014) raccontava una storia distillata, asciugava più che poteva, lasciando il concentrato delle parole, intervallate da citazioni mai fuori luogo o irritanti. In Le cose che restano la scrittura è snella ma non telegrafica; costruisce i […]

Read More Jenny Offill. Le cose che restano

Elena Stancanelli. La femmina nuda

La femmina nuda di Elena Stancanelli è un romanzo breve che racconta l’ingresso di una donna in un mondo  straordinariamente brutto, quello costellato dalle sue ossessioni telematiche, dal suo stalking, dall’umiliazione e dall’autodistruzione. È la storia di un esaurimento nervoso ed esistenziale, nascosto dentro alla fine di una relazione sentimentale. La donna spezzata è quasi […]

Read More Elena Stancanelli. La femmina nuda

Annie Ernaux. Gli anni

Che cosa sia questo libro, lo spiega la stessa Annie Ernaux nelle ultime pagine: “immagini della sua memoria per esporre in dettaglio i segnali specifici dell’epoca”; come probabilmente avrete già sentito dire, Gli anni suona come un’autobiografia collettiva, raccontata in gran parte dal punto di vista di un “noi” narrante che ripercorre le tappe esistenziali […]

Read More Annie Ernaux. Gli anni

Alice Sebold. Amabili resti

Amabili resti di Alice Sebold è una storia di lutto, una storia di chi rimane. Ma anche una storia dall’oltretomba. I primi capitoli scoppiettano, sono densi, incalzanti. La voce narrante è quella di Susie, ragazzina 14enne che nelle prime pagine racconta con grande aplomb di come sia stata stuprata e uccisa, il cadavere smembrato e […]

Read More Alice Sebold. Amabili resti

Alissa Nutting. La lezione

La lezione di Alissa Nutting è un libro simpatico e audace, sia per la licenziosità dei contenuti, sia perché ha il coraggio di rappresentare un personaggio femminile profondamente scorretto. Lo spunto è ovviamente nabokoviano: una giovane donna pedofila (o più precisamente “efebofila”) diventa insegnante di liceo al solo scopo di avere accesso ai ragazzini. Seguono seduzioni […]

Read More Alissa Nutting. La lezione

Sebastian Fitzek. Il cacciatore di occhi

Quando si prende in mano un libro di Sebastian Fitzek c’è il rischio di rimanerci attaccati fino a notte fonda. Sono thriller che forniscono narrazioni serrate, seminando elementi chiave che emergono un po’ alla volta, impastati in una tensione che permea ogni scena. Fitzek, anche in questo caso, si appoggia ai soliti cliché di genere, puntando sulla […]

Read More Sebastian Fitzek. Il cacciatore di occhi

Sebastian Fitzek. Il gioco degli occhi

Il gioco degli occhi di Sebastian Fitzek è un classico thriller con caccia al serial killer: bisogna arrivare prima che sia troppo tardi per salvare l’ultima vittima; c’è un doppio inseguimento (protagonista-killer, polizia-protagonista); il protagonista è tormentato e in cerca di redenzione. I personaggi principali ricordano vagamente Uomini che odiano le donne, anche se qui […]

Read More Sebastian Fitzek. Il gioco degli occhi

Joyce Carol Oates. Jack deve morire

Jack deve morire: Jack of Spades, il fante di picche, titolo originale di questo romanzo breve di Joyce Carol Oates del 2015. Si parte da un’idea non troppo originale: uno scrittore famoso usa uno pseudonimo per pubblicare romanzi turpi; seguono eventi sinistri. Richiamando la trama di varie storie di Stephen King (e la sua stessa vita), […]

Read More Joyce Carol Oates. Jack deve morire

Mariana Enríquez. Le cose che abbiamo perso nel fuoco

I racconti della scrittrice argentina Mariana Enríquez contenuti in Le cose che abbiamo perso nel fuoco sono ghost story, gotiche e weird, con delle costanti: la contemporaneità di ambientazioni e temi, e il realismo del mondo raccontato, in cui l’orrore filtra o abita già, rivelandosi attraverso l’esperienza dei personaggi. Individuando l’orrore nella storia contemporanea, Enríquez […]

Read More Mariana Enríquez. Le cose che abbiamo perso nel fuoco

Tom McCarthy. Déjà vu

A volerlo dire in modo grossolano, Tom McCarthy è uno scrittore-barra-artista (come un “cameriere-barra-attore”): scrittore, perché le cose che scrive sono riconducibili alla forma del romanzo post-moderno; artista contemporaneo, per la poetica, per i temi e perché la sua scrittura non è funzionale a se stessa, ma è semmai uno strumento di riflessione sulla filosofia […]

Read More Tom McCarthy. Déjà vu

Sebastian Fitzek. Il sonnambulo

Il sonnambulo di Sebastian Fitzek è uno psychothriller delirante. Se siete a bordo con questa premessa, andiamo avanti. Questo romanzo ricorda la trilogia dell’appartamento di Roman Polanski (Repulsione, L’inquilino del terzo piano, Rosemary’s Baby), ancor prima dei romanzi da cui sono tratti quei film. La vicenda è un’esplicita discesa nell’inconscio del protagonista, in una dimensione da […]

Read More Sebastian Fitzek. Il sonnambulo

Ann-Marie MacDonald. L’età adulta

Romanzo di finzione basato su fatti autobiografici, L’età adulta di Ann-Marie MacDonald è l’indagine – a tratti inconsapevole – della protagonista Mary Rose sulla propria infanzia. Quando la storia inizia, non sa ancora di stare cercando qualcosa, ma è perseguitata dal fantasma del dolore osseo che l’ha tormentata da bambina. Il dolore è tornato, e forse […]

Read More Ann-Marie MacDonald. L’età adulta

China Miéville. Embassytown

China Miéville è uno dei più importanti autori di letteratura fantastica contemporanea. La sua produzione è considerata New Weird, con l’unica eccezione costituita da Embassytown (2011), il solo romanzo di fantascienza firmato da Miéville. È una storia vicina alla fantascienza sociologica di Ursula K. Le Guin (che infatti ne parla molto bene qui). Miéville costruisce […]

Read More China Miéville. Embassytown

David Shields. Fame di realtà

Fame di realtà di David Shields  è un saggio sulla differenza tra fiction e non-fiction, pubblicato nel 2010. È un dibattito ancora validissimo, anche se potrebbe suonare vecchio, perché caratterizzava più quegli anni che questi. O meglio: i trend letterari di oggi sono influenzati anche dai frutti di quel dibattito; la non-fiction è più sdoganata […]

Read More David Shields. Fame di realtà

Laura Pugno. Antartide

In questo romanzo di Laura Pugno, c’è un protagonista che ha perso il suo posto nel mondo. Sta tornando dall’Antartide, luogo alieno, simbolo della sua disconnessione da sé e dagli altri. Ci sono tre padri; uno morto, uno moribondo, uno scomparso. C’è la montagna. Luminosa di giorno, verde come le acque del lago. Oscura di notte, nel […]

Read More Laura Pugno. Antartide

Charles Stross. Accelerando

Accelerando di Charles Stross è fantascienza post del 2005: post cyberpunk e post umana. Ha tutto: il viaggio spaziale, il cyberspazio, la realtà aumentata; il transumano e gli innesti cyborg; e ancora: le mutazioni sociali, l’upload delle menti nella rete, l’immortalità; e poi: la singolarità tecnologica, i postumani e gli alieni; e il capitalismo travolto […]

Read More Charles Stross. Accelerando

Christopher Priest. Esperienze estreme

Esperienze estreme di Christopher Priest, che disdetta. Avevo aspettative alte. Mondo alla rovescia dello stesso autore (1974) mi aveva entusiasmata. E questo suo romanzo, più recente (1998), parla di cose interessantissime: la percezione della realtà, il confine ambiguo tra reale e virtuale; l’empatia, l’elaborazione del lutto, i traumi collettivi e persino il ruolo della violenza nella […]

Read More Christopher Priest. Esperienze estreme

Emma Cline. Le ragazze

Iniziamo con un concetto che sembrerà così semplice da sconfinare nel ridicolo: Le ragazze di Emma Cline si intitola le ragazze perché parla delle ragazze. Perché è importante sottolinearlo? Perché questo romanzo parte da uno spunto non-fiction radicato nell’immaginario collettivo, ovvero la vicenda della setta di Charles Manson e degli omicidi di Cielo Drive. Ma queste vicende sono […]

Read More Emma Cline. Le ragazze

Ottessa Moshfegh. Eileen

Secondo romanzo di Ottessa Moshfegh (e primo pubblicato in Italia), Eileen racconta soprattutto il personaggio che dà il titolo al libro. Eileen: l’antipatica, il personaggio respingente. Moshfegh ambienta la sua storia in un nebuloso passato anni ’60, imbalsamato in tabù che in realtà riguardano soltanto la stessa Eileen, più che la società. La cittadina americana […]

Read More Ottessa Moshfegh. Eileen

Domenico Starnone. Scherzetto

Domenico Starnone ha la capacità di ritrarre i bambini visti dagli adulti, cioè creature che possono essere noiose, esagerate e inconsapevolmente feroci. In Scherzetto, bambino e adulto sono agli antipodi non solo per la differenza di età, ma soprattutto perché l’adulto è un nonno che ha da poco iniziato a vivere la vecchiaia. Il passaggio per lui […]

Read More Domenico Starnone. Scherzetto